ASHWAGANDA – Pianta per gestire l’ANSIA

di Sonia Cabiaglia

ASHWAGANDA per gestire l’Ansia
 
Un nome stranissimo, sembra africano come sonorità, invece è indiano, in latino è la whitania sonnifera, detta anche ginseng indiano o pianta dall’odore di cavallo. E’ da un pò che ne volevo parlare, io la consiglio spessimo, con ottimi risultati. Come sempre è della famiglia degli adattogeni, è un tonico che aiuta il corpo ad adattarsi in caso di stress intenso e protratto nel tempo. La si usa anche come afrodisiaco, antinfiammatorio, disintossicante del fegato e immunomodulatore.

Nel 90% dei casi io la consiglio per l’Ansia da stress, accompagnata da insonnia e/o da tutte le problematiche che ne conseguono a carico di intestino e digerente. Quella che annoda lo stomaco o l’intestino, che ti tiene sveglio la notte e che ti rende nervoso e irascibile a ogni stimolo, quando tutto è contratto…. con questa pianta, la sensazione è’ come quella di avere un casco di freschezza mentale che scende sul cervello e ci rende capaci di gestire gli eventi che causano stress. In realtà, più che la pianta singola, io scelgo i composti che hanno un’azione molto più sinergica e immediata, da consigliare a seconda della tipologia costituzionale della persona e della situazione che sta attraversando.

Poi la pianta viene utilizzata anche per un sacco di altre cose, per esempio aiuta la produzione di testosterone negli uomini, è indicata come supporto per l’ipotiroidismo conclamato aiutando la produzione di ormone TSH e tiroxina, è ipoglicemizzante e inibisce l’insulino-resistenza, è spesso come antidepressivo aiutando a rendere l’umore più stabile ed infine aumenta la resistenza fisica e la capacità di concentrazione, insomma una vera panacea che fa un sacco di cose.
Voi la conoscete?
per info: soniacabiaglia@hotmail.com – instagram:cabiaglia – facebook Sonia Cabiaglia Naturopata

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *