ECHINACEA

Mi sono sempre piaciuti i suoi fiori, delle belle margheritone anni 70… come non parlare dell’Echinacea, è un grande classico invernale dei fitoterapici, è il rimedio più facilmente recuperabile in questi giorni, per gli stati influenzali e le malattie da raffreddamento. E’ un immunostimolante particolarmente utile con azione antivirale. Anticamente era usata dagli indiani d’america come rimedio per proteggere l’organismo dal morso di serpenti velenosi e degli scorpioni, oltre che dalle punture di insetti. Si usa in generale per le infezioni batteriche di ogni tipo, dal cavo orale alle vie urinarie, è anche utile per nutrire le cartilagini articolari e rafforzare il connettivo in caso di dolori, in quanto agisce come antinfiammatorio. La si può trovare in forma idroalcolica come Tintura Madre o Gemmoderivato (quest’ultima molto più maneggevole) oppure in estratto secco in compresse o capsule, per la posologia vedere le indicazioni sulle confezioni. Io la sto prendendo insieme ai funghi, visto che si sono abbassate le temperature e sono spesso a contatto diretto con più persone ogni giorno facendo i trattamenti.
Share

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

FacebookInstagramYouTube