Transurfing Milano I liv.

Quando:
8 Giugno 2019@10:00–9 Giugno 2019@18:00
2019-06-08T10:00:00+02:00
2019-06-09T18:00:00+02:00
Dove:
Centro jiankang
Via Vincenzo Foppa 4 Milano
Costo:
120,00
Contatto:
Luca Nali
327/1941432

Milano 8/9 giugno 2019

CORSO DI TRANSURFING I° LIVELLO

a cura di: Luca Nali e Dario Morandi

 

Una Breve Presentazione:

L’occasione è di quelle importanti, finalmente abbiamo l’opportunità di portare in pubblico le conoscenze e le esperienze di due vite, due testimonianze vere e verificabili della potenza del Transurfing di Vadim Zeland.

Questo è un Primo Livello, certo – sul Transurfing c’è davvero tanto da dire – ma come dice il saggio, anche un viaggio di mille miglia inizia con un singolo passo. E allora facciamolo questo primo passo e scopriamo quanto incredibile può diventare il nostro viaggio e la nostra vita.

Non vi stiamo proponendo pillole miracolose o bacchette magiche e non vi stiamo parlando nemmeno di “sballi buonisti” di stampo new-age alla Carlo Verdone.

Si tratta piuttosto di imparare a gestire i propri pensieri al fine di non farsi sopraffare dalle proprie emozioni, che pure esistono.

Il punto centrale di tutta la questione è che noi generalmente viviamo una vita inconscia, non gestiamo i nostri pensieri consapevolmente (la parola chiave qui è proprio “consapevolezza”) e così capita che, intrappolati nei mille e più stimoli delle nostre emozioni incontrollate, finiamo che ci troviamo ad essere gestiti dalla vita, con i suoi innumerevoli imprevisti e scossoni, anziché essere noi a gestire la vita stessa. E invece dobbiamo capire che prendere in mano il timone della nostra esperienza di vita è possibile.

Una parte importante di questa grande possibilità, risiede nella capacità di imparare a non farsi più comandare come dei burattini dalle circostanze che di volta in volta si vengono a determinare. Siccome non abbiamo il controllo consapevole dei nostri pensieri, succede che quando accade un fatto, brutto, noioso, o magari anche di una certa gravità, questi accadimenti “tirano sapientemente quei fili” che ci fanno muovere in direzioni che spesso vanno proprio nella direzione opposta rispetto a ciò che noi vorremmo per noi. Ma non è una coincidenza, questi fili non sono “stuzzicati” per caso o per sfortuna, le forze che vogliono questo (Vadim Zeland li chiama “Pendoli”) si nutrono delle nostre risposte avverse e le provocano tutte le volte che possono per mantenersi in vita. Se riusciamo a “rispondere” in maniera adeguata a tutte queste provocazioni (o almeno a quelle minori… tanto per iniziare – non pensiamo di diventare dei Santoni indiani!!), abbiamo già apportato dei cambiamenti importanti che non tarderanno a manifestarsi positivamente nella nostra vita. Ma non è tutto perché magari tanti di noi hanno degli obiettivi da raggiungere o dei sogni da realizzare e quindi ci potrà essere utile scoprire cos’è lo “Spazi delle Varianti”, cosa sono i “Potenziali Superflui”, le “Diapositive” e tanti altri strumenti incredibili per la nostra crescita personale.

Durante questo corso quindi parleremo e affronteremo insieme tutte queste tematiche, ma non vogliamo aspettare così a lungo perché tu possa sperimentare fin da ora la forza del Transurfing, quindi ti salutiamo per ora con una piccola sfida… anzi no, consideralo più un esperimento: prova ad adottare l’abitudine di fermarti a intervalli regolari durante la giornata, interrompi per pochi secondi l’attività che stai svolgendo (contestualmente con la tua incolumità… se c’è da frenare, FRENAAAA!!) e fai un piccolo esercizio di presenza. Che cos’è? È facile, ricordati di chi sei, di dove sei e cosa stai facendo, renditi conto che vivi come all’interno di un sogno e che non solo questo tuo sogno non ti gestisce più ma che puoi addirittura fare tu quello che vuoi. Ti provocano? Difenditi se serve ma non reagire d’impulso (“come fa l’ostrica” dice Vadim Zeland) con la prima cosa che ti salta in mente, ricorda chi sei e dove sei e scoprirai con incredibile stupore che per gli altri non sarà più così facile venire a “tirare i tuoi fili”, e quando i fili non si potranno più tirare, quegli stessi fili dopo un po’ svaniranno nel nulla e noi non saremo più come dei burattini in mano ai burattinai. Vi sembra una cosa da poco?

Ma la cosa ancora più bella sapete qual è? È che se fino ad oggi avevamo l’impressione che in certe giornate la gente lo facesse quasi apposta a darci fastidio (in realtà è così ma non lo sanno il perché), una volta che impareremo ad ignorarli, lo faranno sempre meno… lasciate pure che pensino all’inizio che non avete carattere (ve ne frega davvero qualcosa della loro opinione?), il risultato comunque finale sarà che non trovando più appigli in voi, non vedendo più nessun filo da tirare, non solo non vi daranno più fastidio ma proprio quel tipo di persone (i così detti “Vampiri Energetici”) non saranno letteralmente in grado di vedervi, sarete come invisibili per loro e così non potranno che andare alla ricerca di altre “vittime”. In fondo ce lo dicevano anche le nostre mamme, vi ricordate? “Ignorali e vedrai che prima o poi si stancheranno.” Ed è proprio così, anche Vadim Zeland avrà avuto una mamma, giusto?

 

Quello che però ci insegna in più il Transurfing, è che lo stesso principio vale anche per i “guai”, i “problemi” e i “fastidi della vita.

Se imparerete a farlo vi stupirete di quanta potenza c’è nel Transurfing e non solo questo migliorerà la vostra vita, ma desidererete saperne ancora di più.

Non vi promettiamo che questo corso cambierà la vostra vita, ma vi promettiamo che voi certamente sarete in grado di farlo con ancora più forza e convinzione…fintanto che continuerete a volerlo e a desiderarlo s’intende!

Un Abbraccio Grande Come La Gioia e Namastè

Luca Nali & Dario Morandi

FOTO VIDEO: Maurizio Sorvillo https://www.mauriziosorvillo.com

Progettazione grafica del creative designer Davide Colombo  www.davco.it 

 

Evento riservato ai soci
associazione PACO CF  97690140153

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *