PRE-MENOPAUSA

PRE-MENOPAUSA
di Sonia Cabiaglia

 

Un argomento che mi sta molto a cuore e che sto vivendo in pieno. La pre-menopausa è periodo più o meno lungo e sicuramente molto particolare che prima o poi tutte le donne si trovano a vivere, può andare dai 45 ai 50/52 anni e per ogni donna è comunque un’esperienza diversa.
All’inizio arrivano i primi segnali del corpo, il ciclo mestruale non è più così regolare, non cade cioè ogni 28 giorni, a volte salta un mese, a volte ritarda di 10/15 giorni o addirittura è più ravvicinato. Non c’è una regola, tutto cambia a seconda di come si stanno modificando gli ormoni e di conseguenza ne vediamo poi la manifestazione nel corpo. A volte ci può essere una fastidiosa tensione mammaria, con grande sensibilità anche al semplice sfioramento, oppure può influire sull’umore, si diventa inspiegabilmente irritabili o attraversare momenti di vera e propria angoscia, come una sorta di ansia ma più esagerata…. Molto spesso tutto ciò è accompagnato da un’inizio di vampate notturne o che arrivano all’improvviso in altri momenti della giornata. Tutto questo è altalenante, va a periodi, come delle onde, così come il nostro cambio ormonale. Molto spesso si può avvertire un calo della libido e anche il corpo si modifica, se si ha una dieta poco attenta, si inizia ad aumentare di peso, con aumento di volume proprio nella zona addominale, anche per le più magre a pancia piatta che non hanno mai avuto questo problema nella loro vita.
Insomma, ci si sente strane, diverse, più sensibili… e descritta cosi sembra una vera tragedia… Invece mentre il tuo corpo sta cambiando, se accetti e inizi a fluire con il cambiamenti, “go with the flow” a seguire il nuovo flusso della tua vita, non è poi così male.
E’ vero inizi a sentire il tempo che passa, ma inizia ad apprezzare anche il momento che stai vivendo in modo più autentico e consapevole, non permetti più che comportamenti di altri che avevi accettato, magari per il quieto vivere influiscano sulle tue scelte… e per questo ti trovi a darti delle nuove occasioni e nella maggior parte dei casi a ridisegnare una nuova te che non è poi così male. E’ dunque un momento di grande cambiamento dove, si inizia gradatamente, giorno per giorno, a ridefinire la nostra nuova personalità di donne, grandi, nuove, diverse, si più mature, ma anche più libere in quanto più forti, più sagge, finalmente ci conosciamo meglio e possiamo iniziare a decidere quello che vogliamo, quello che ci piace oppure a dire finalmente no. Quante donne in questo periodo decidono di cambiare vita, di iniziare a dare corpo a un progetto, a una passione che custodivano nel cuore da anni. La pre-menopausa che poi sfocerà nella menopausa, è sempre stata dipinta dalla società e dal “sistema” come la fine, come il momento di chiusura delle danze… invece è proprio ora che arriva il bello: noi donne cicliche, che abbiamo vissuto sempre in base alle nostre fluttuazioni ormonali, in modo più o meno consapevole, ora possiamo goderci a pieno la nostra energia di luna crescente costante (nelle comunità andine del sud america questo periodo era definito della luna d’argento) e vivere totalmente la fase creativa. (**qui sotto trovate un link all’articolo sulla menopausa presente nel sito www.manipurastudio.it)
Poichè la natura è nostra alleata, ci ha messo a disposizione un vasta quantità di piante e alimenti che ci aiutano in modo efficace, permettendoci nella maggior parte dei casi di non dover ricorrere per forza ai farmaci.
Parlando di rimedi, io ho trovato nei funghi medicinali degli enormi benefici: soprattutto con Reishi e Cordyceps, che presi insieme, sono la combinazione perfetta, rafforzano l’apparato sessuale, migliorano l’equilibrio neuro-ormonale e hanno un’azione regolatrice sul ciclo, stimolando la produzione di ormoni ipofisari da parte delle ovaie, in più aumentano la libido e la tonicità dell’intera zona pelvica. Per la tensione mammaria va benissimo l’Agnocasto e per i momenti di angoscia o insonnia la Melissa è fantastica – meglio se è in composto, può aiutare moltissimi per l’umore e aiuta a ritrovare serenità. A un certo punto se le vampate diventano davvero forti e il riassestamento ormonale ha troppi alti e bassi, si può ricorrere anche al trifoglio rosso, che supplisce al calo di estrogeni per prepararsi poi alla fase successiva di menopausa, quando il ciclo sarà definitivamente terminato e le ovaie, vanno a riposo, dal punto di vista di produzione. ormonale. Oppure ci sono altri rimedi come Wild Yam – la Dioscorea che aiuta moltissimo con le vampate e con l’insonnia, è un fitormone che deriva dalla saggezza degli atzechi, così come la Cimicifuga o Actea Racemosa, sono tutte piante super utili e davvero efficaci, bisogna solo capire e sperimentare quale è più adatta ad ognuna di noi. Molte donne hanno avuto espereinze positive anche con composti ayurvedici a base di Shatavari, chiamata anche “colei che ha mille meriti” pianta al femminile che regola l’equilibrio oromonale, spesso miscelata con Ashwaganda che da tonicità al corpo e equilibra l’umore. (**trovate qui sotto un link all’articolo sugli adattogeni presente nel sito www.manipurastudio.it).
Invece per quanto riguarda il cibo, è  assolutamente necessario cambiare le proprie abitudini alimentari e associarle al movimento e attività fisica in modo costante, si può si sgarrare ogni tanto, ma di norma è meglio mangiare meno, soprattutto pochi carboidrati, da evitare la sera, pochissimi zuccheri, eliminare anche il bicchiere di vino ai pasti, aumentare il consumo di verdura cotta e cruda e di proteine.  Il metabolismo inizia a cambiare già in pre menopausa e se non si inizia subito a modificare la propria dieta, si rischia di ritrovarsi con chili in più tutti sulla pancia, in men che non si dica. Un buon rimedio a sostegno di una dieta equilibrata è il Maitake, lo chiamano il brucia grassi e aiuta il metabolismo di carboidrati e zuccheri, oltre a dare energia e fare un sacco di altre belle cose, c’è anche l’alga del lago Klamath, che non contiene fucoxantina quindi è innocua per la tiroide, che aiuta la depurazione del corpo e ha un effetto attivante del metabolismo. In questo periodo a me piace usare la Maca in polvere, come i funghi è un adattogeno, oltre a dare energia ha anche lei degli effetti benefici sull’attività delle ovaie.
Quindi diciamo che c’è sempre una soluzione, per quanto mi riguarda lo sto vivendo come un momento di grande connessione con il mio femminile e dove le scelte e i progetti per il futuro sono più autentici e coerenti con il mio sentire.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *