SMUDGING – Rituale di purificazione

di Sonia Cabiaglia

 

Argomento super indicato per i prossimi giorni di Halloween. In italiano è tradotto come fumigazione. E’ un vero è proprio rituale di purificazione che viene dalle tradizioni sciamaniche, usato nelle cerimonie religiose o anche per favorire la guarigione dei malati. Consiste nel bruciare dei mazzetti di erbe essiccate, spesso, si usa la salvia bianca, ma anche il Copal (in Messico) o il legnetto resinoso di Palo Santo. In realtà si possono usare anche altre erbe aromatiche come lavanda, cedro, rosmarino, oppure gli incensi in grani, come la mirra o l’incenso stesso (usato nella tradizione cattolica). Se lo si prepara con le piante aromatiche, bisognerebbe raccoglierle nel momento della massima fioritura, quindi in estate, poi lasciarle essiccare al sole, avendo cura di eliminare tutta l’umidità, poi raggrupparle in mazzetti legati con un filo.
Se questa operazione vi sembra troppo complicata, potete acquistare lo smudge stick già pronto in erboristeria o in negozio di prodotti naturali. Spesso viene venduto un kit con piuma e conchiglia: la piuma si usa per direzionare il fumo e la conchiglia come base per lasciare bruciare lo stick. E’ un rituale molto forte e la stanza rimane come più leggera al termine della fumigazione. Mi è capitato di farlo quando sono andata a vivere in una nuova casa, o quando la stanza dello studio rimane chiusa per tanto tempo durane i periodi di vacanza, o anche tra una seduta e l’altra quando mi sembra che l’aria sia densa di energia.
Voi lo fate ogni tanto?
per info: soniacabiaglia@hotmail.com – instagram: cabiaglia – sito: manipurastudio.it – facebook: sonia cabiaglia naturopata

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *