Zenzero

Zenzero
Detto anche Ginger in inglese, a me è sempre piaciuto, ma in questo periodo sono proprio fissata, da quando siamo tornati dalla Thailandia, l’ho aggiunto all’acqua e limone del mattino e appena posso lo metto fresco o in polvere nelle minestre o sulle proteine (legumi per più)…
Lo zenzero origina dall’oriente, in particolare India e Malesia, è usato dall’antichità per i suoi benefici digestivi, ha particolari proprietà antiossidanti e antibatteriche. Si usa per le nausee di ogni genere anche quelle gravidiche, per i crampi allo stomaco o per gli stati influenzali con tosse e raffreddore. Può essere utile anche in caso di colite o diarrea andando a riequilibrare la flora batterica, migliora la circolazione sanguigna e allevia mal di denti e mal di testa.
Attenzione meglio evitarne il consumo se si soffre di acidità di stomaco o di reflusso, potrebbe aumentare il bruciore essendo troppo speziato e anche chi ha calcoli biliari rischia di avere un esagerato rilascio di bile da parte della cistifellea se ne fa uso frequente.
Voi come lo usate?
Share

3 commenti su “Zenzero

  1. Ciao Sonia seguo tutti i tuoi consigli e seguo sempre Luca con il transurfing ho una Olanda magari banale riguardo proprio lo zenzero .
    Comprare quello grezzo diciamo da tagliare o grattugiare sulle pietanze o va bene quello già preparato tipo gli aromi già pronti tipo saliere pronte da usare ti ringrazio Sonia

  2. Ciao Sonia, grazie per il tuo messaggio e per la tua domanda che è tutt’altro che banale.
    Lo zenzero fresco e essiccato sono in effetti differenti, io li uso entrambe, a seconda di quello che voglio fare, in realtà vado un pò a istinto, ma c’è anche una spiegazione che ti posso dare. Sono entrambi piccanti, quindi scaldano: quello fresco in modo moderato, si dice di natura tiepida, quello essiccato è più forte di natura calda.
    In medicina cinese si dice che quello fresco, libera la superficie, cioè aiuta la sudorazione e la dispersione del freddo penetrato nel corpo; quello in polvere riscalda l’interno eliminando il freddo a livello di apparato digerente o respiratorio. Quello fresco si usa per raffreddore e influenza nelle fasi iniziali, scalda lo stomaco aiuta la digestione, dissolve il muco, favorisce l’eliminazione del catarro, arresta nausea e vomito. La polvere ha un effetto più yang quindi più scaldante è da usare con cautela in caso di bruciori gastrici.
    Spero di averti dato delle informazioni utili. Un abbraccio grande. A presto. Sonia

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

FacebookInstagramYouTube